Chi sono

Gara personal trainer firenze

Giuseppe Mingrone


Nutri la mente, perfeziona il corpo. Adesso!

Formazione

Diploma Personal trainer
FMS 1 - Functional Movement Screen test (diagnosi movimenti funzionali alla vita quotidiana)
FMS 2 - Functional Movement Screen (cura limitazioni funzionali)
Coaching - NLP ITALY Coaching School
Practitioner - NLP ITALY Coaching School
Basic certification - ELAV - Ricerca e alta formazione per le scienze motorie 
Expert certification - ELAV - Ricerca e alta formazione per le scienze motorie 
Natural peaking - Alimentazione e preparazione per la gara. Raggiungere la migliore condizione fisica con il minore sforzo
Operatore specializzato nell'applicazione del taping elastico
Master Fitness e potenziamento per la terza età 
Master Postura e propriocettività
Master Posturologia applicata al wellness 
Master functional trainer
Master Rieducazione ginocchio
Master Sport trainer
Master Resilienza 
Master Digital coaching
Master Educazione alimentare
Corso medical fitness - International SlowFit Association
KINESIS basic TRAINING
Seminario Vivere e mangiare bene - Ministero dell'istruzione
Seminario La preparazione dei campioni: Tra teoria e pratica
Brevetto di abilitazione al lancio con paracadute - Associazione Nazionale paracadutisti d'Italia - aprile 2009 
Emergency responder, BLS-D Rianimazione cardio polmonare 

Chi sono

 

La mia passione per lo sport è nata quando ho iniziato a praticare Karate Shotokan all’età di sei anni, sotto la guida del maestro Demo Malena.

Dal Karate Shotokan sono passato al Taekwondo, al Rugby a livello agonistico e al pugilato presso l’accademia pugilistica fiorentina.

Dal 2004 fino al 2008 ho praticato il Calcio storico fiorentino e ho conseguito il brevetto di paracadutista con l’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia.

Partecipo spesso a eventi podistici e mi dedico al Fitness/bodybuilding.

Tra le esperienze più coinvolgenti degli ultimi anni: seguire la preparazione 'a secco' del prodigioso nuotatore toscano Sebastiano Ranfagni  pluricampione Italiano nei 200 metri Dorso, finalista ai mondiali di Shanghai del 2011 e atleta del team azzurro per le Olimpiadi di Londra del 2012. Con questa esperienza ho avuto modo di mettere in pratica sofisticate periodizzazioni non lineari (programmi di allenamenti avanzatissimi e sempre diversi per evitare stalli e infortuni).

 

...e perché sono diventato Personal Trainer

 

Il mio esordio da personal trainer a Firenze nasce da una profonda insoddisfazione vissuta in prima persona negli anni in cui frequentavo le palestre per la mia preparazione atletica. Gli istruttori di sala con cui mi confrontavo non mi soddisfacevano, non esisteva ancora la figura professionale del personal trainer. Mi trovai così ad approfondire e sperimentare su me stesso la teoria e le tecniche apprese nel mio nuovo percorso di studi.

 

Cosa faccio e come ti porterò al successo!

 

Il successo, come raggiungerlo?

 

In un modo molto semplice: stabiliremo un obiettivo da raggiungere entro un determinato tempo.

Il nostro obiettivo sarà composto da piccole tappe, alla fine di ogni tappa ci sarà un test che consisterà in una performance o una misurazione corporea estetica.

La progressione è fondamentale sia a livello fisico quanto psicologico per avere un miglioramento costante ed evitare lo stallo dei risultati.

Allenarsi con lo stesso peso, la stessa distanza, non migliorare propriocettività, coordinazione ecc, non fornirà uno stimolo sufficiente per il nuovo cambiamento.

Dobbiamo pensare che il nostro corpo funziona in questi termini:

STIMOLO —> RISPOSTA —> CAMBIAMENTO = MIGLIORAMENTO

 

Con allenamenti sempre più stimolanti e impegnativi, i risultati saranno costanti e motivanti!

 

Tu, Io e la Motivazione

Con miei assistiti so essere rigoroso e rassicurante. Mi piace spiegare ai miei assistiti il percorso che intraprenderemo, cosa succederà durante un esercizio e tutte le sensazioni che si avvertiranno subito dopo, questo perché credo nella consapevolezza delle azioni: visualizzando con chiarezza il percorso intrapreso, lo sviluppo sarà più stimolante ed efficace!

Spesso i miei assistiti mi vedono come un grande motivatore, in realtà non lo sono, la motivazione non è un picco di energia che aumenta e diminuisce durante l'esercizio, è qualcosa che viene dal profondo, da dentro.

Io fornisco gli strumenti e stimolo un circolo virtuoso che autogenera la motivazione: allenamento —> compiere imprese ritenute impossibili = piacere e gratificazione